Newsletter

Se vuoi essere informato delle numerose attività proposte da Giocare Sognando, inserisci i tuoi dati e riceverai le mail con gli appuntamenti.

Seguici su Facebook

Facebook

Le attività - Spazio infanzia

Le attività proposte sono orientate a raggiungere i seguenti obbiettivi:

  1. Sviluppo fisico e motorio:
  2. Manipolazione:
  3. Sviluppo percettivo:
  4. Sviluppo cognitivo
  5. Sviluppo del linguaggio e della comunicazione
  6. Sviluppo sociale
  7. Sviluppo emotivo ed affettivo

IL RUOLO DELLE EDUCATRICI

Le educatrici dello Spazio Infanzia Giocare Sognando devono essere empatiche e amorevoli, rispettando i bambini e considerandoli esseri umani “in crescita” ma autentici e completi. E’ indispensabile osservarli e cogliere il modo peculiare in cui ogni bambino comunica le emozioni che sente, soprattutto quelle che ancora non conosce e non sa esprimere. E’ obiettivo dello Spazio Infanzia Giocare Sognando, creare un’atmosfera affettuosa intorno ai bambini e ai loro genitori, cercando di trasmettere l’empatia, la rassicurazione e l’amore.

Psicomotricità relazionale 1-3 anni

PROGETTO DI PSICOMOTRICITA’ RELAZIONALE

SPAZIO PRIMA INFANZIA GIOCARE SOGNANDO

A partire da lunedì 16 Gennaio 2017, per i quattro mesi successivi, i bambini iscritti allo Spazio Prima Infanzia Giocare Sognando, parteciperanno ad un progetto di Psicomotricità Relazionale, condotto da una educatrice-psicomotricista, che li aiuterà nel riconoscimento e nella elaborazione delle proprie emozioni. La psicomotricità propone un'educazione globale, privilegiando il gioco psicomotorio e la relazione corporea; una pratica pedagogica idonea a promuovere lo sviluppo armonico della personalita' del bambino.

PROGRAMMA DEL CORSO

Il programma di psicomotricità prevede lo sviluppo del gioco psicomotorio con prevalenza della componente senso motoria e della simbolizzazione.

IL GIOCO SENSOMOTORIO

Attraverso La proposta del gioco sensomotorio il bimbo sperimenta progressivamente modalità di movimento e ne inventerà lui di inedite e personali, arricchendo e affinando le proprie abilità motorie. Queste esperienze sono svolte a corpo libero o attraverso il gioco con gli oggetti che lo psicomotricista gli propone. Il bambino viene stimolato a condividere queste esperienze individuali attraverso dinamiche e giochi che favoriscono la socialità con i coetanei e con lo psicomotricista.

IL GIOCO SIMBOLICO

Lo psicomotricista propone al bambino oggetti semplici che si prestano ad essere manipolati e stimolano nel bambino la costruzione di simboli attraverso i quali poter esprimere i propri stati d'animo, rappresentare vissuti o situazioni o persone desiderate, sperimentare il gioco del “come se”, arricchendo la propria espressivita' e migliorando le modalità di comunicazione e relazione con i coetanei e con gli adulti e le possibilità di risoluzione dei propri conflitti interni.

IL GIOCO DI SOCIALIZZAZIONE

Il bambino a quest'età appare legato a vissuti egocentrici e attiva generalmente una comunicazione unidirezionale. Lo psicomotricista avrà cura di proporre brevi dinamiche di gruppo e semplici giochi collettivi per favorire la socialità e la condivisione di oggetti, spazi e movimenti.